December 26th, 2006 at 11:58
Posted by Mattia in diario indiano

tcs-poll.PNGNonostante la ditta l’abbia ampiamente propagandato durante gli ultimi mesi, Mighty, il repositorio ad uso interno di elementi riusabili quali codice e tools, non sembra aver riscosso chissa’ che successo..
Considerando che la ditta conta qualcosa come 70000 associati ed il sondaggio effettuato riporta che il 70% di loro non sa cosa sia sto Mighty, l’unica cosa che ne desumo e’ che -nonostante gli sforzi nel promuovere una cultura aziendale di mutua collaborazione e knowledge sharing- probabilmente ognuno di loro pensa ancora ai cazzi suoi e a quanto gli entrera’ in saccoccia a fine mese.
Un pelo deprimente, non trovate?


December 23rd, 2006 at 7:26
Posted by Mattia in diario indiano

In India il fenomeno della globalizzazione diventa piu’ palpabile durante le feste, quando la festa perde il suo significato e diventa occasione per promuovere gli acquisti. Mi riferisco non solo alla globalizzazione dei costumi e delle tradizioni ma anche delle modelli economici, importati perlopiu’ dai piu’ sviluppati paesi occidentali. Per l’indiano l’america e’ ancora l’America. Il circolo “virtuoso” del debito, del comprare a rate, sta penetrando anche qui, approfittando della vulnerabilita’ della classe media (quelli che lavorano per ditte IT e banche), della mentalita’ classista e quindi del desiderio della gente di differenziarsi dal resto della massa. Ogni giorno -dico ogni santo giorno- appena esco dall’ufficio vengo assalito da un’orda di rappresentanti che mi agitano sotto il naso le brochures con le ultimissime offerte… e si tratta O di carte di credito O di assicurazioni O di mutui e affini. Nient’altro. Il circolo si chiude: mi sveglio la mattina con una tazza di caffe’ Tata, salgo sulla mia Tata Indica per andare al lavoro alla Tata Consultancy Services, pago il pranzo con la mastercard Tata, esco dall’ufficio e vado a casa a firmare il contratto per assicurarmi la vita e la sopracitata macchina.. con Tata-AIG, ci mancherebbe!

E allora sapete cosa? Per Natale vi faccio i migliori auguri ma non posso astenermi dal fare anch’io un po’ di propaganda proponendovi il seguente filmato, giusto per rimanere in tema. Buon Natale!